Storycooking®

Venerdì 3 Maggio 2019

16:30

I Tre Tenori del Food

Con Davide Oldani, Andrea Berton, Daniel Canzian

Stage Kitchen

43I Tre Tenori del Food

“I Tre Tenori del food” è l’incontro di tre chef che rappresentano la perfetta evoluzione dell’alta cucina negli ultimi dieci anni. Allievi di Gualtiero Marchesi, hanno rielaborato la sua eredità creando una cucina personale e innovativa. Tre personalità chiave dell’eccellenza italiana, capaci di superare i confini nazionali e di contribuire a definire il futuro della cucina.

Stage Kitchen

Piazza del Duomo

Come arrivare

“I Tre Tenori del food” è l’incontro di tre chef che rappresentano la perfetta evoluzione dell’alta cucina negli ultimi dieci anni. Allievi di Gualtiero Marchesi, hanno rielaborato la sua eredità creando una cucina personale e innovativa. Tre personalità chiave dell’eccellenza italiana, capaci di superare i confini nazionali e di contribuire a definire il futuro della cucina.

Torna al programma

I Volti

Davide Oldani

Chef

Davide Oldani, ideatore della cucina pop di alta qualità e accessibilità, ha aperto nel 2003 il suo ristorante, il D’O, a Cornaredo, in provincia di Milano, suo paese d’origine. Dopo un anno di attività, le più autorevoli guide gastronomiche lo annoverano fra i grandi chef della cucina italiana. Le esperienze precedenti l’apertura del D’O, lo hanno visto al fianco di Gualtiero Marchesi, Albert Roux, Alain Ducasse, Pierre Hermé.

Nel dicembre 2008 ha ricevuto l’Ambrogino d’oro dal Comune di Milano. Sempre nel novembre 2013 è stato invitato ad Harvard per raccontare la sua esperienza imprenditoriale in seguito a una case history sul suo ristorante pubblicata sulla Harvard Business School Review: gli economisti dell’università hanno definito il suo approccio e la sua organizzazione al lavoro applicabile a diverse categorie e non solo alla ristorazione.

Nel maggio 2014 ha visto nascere il Davide Oldani Cafè – nella nuova Piazza del lusso in un’area dell’Aeroporto di Malpensa a Milano. È stato nominato Ambassador EXPO 2015 e nello stesso anno è stato chiamato a partecipare come speaker al World Business Forum di Milano.

La sua cucina POP è nata dal desiderio di amalgamare l’essenziale con il ben fatto, il buono con l’accessibile, l’innovazione con la tradizione. Sono convinto che la grande cucina italiana sia grande – oltre che per varietà e gusto – anche per la possibilità che offre di essere costantemente reinterpretata.

Oltre ad essere un grande chef, è autore di innumerevoli libri di cucina, ha collaborato per 18 anni con il mensile La Cucina Italiana ed ha redatto per alcuni anni, settimanalmente, per Sport Week, una rubrica di cucina pop e sport, oltre a scrivere nel blog Chiacchierando con gusto di IoDonna – il femminile del Corriere delle Sera.

Nell’estate dello stesso anno è stato nominato dal CONI Food & Sport Ambassador e chiamato come chef a Casa Italia per le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Nel 2017 inizia la sua avventura radiofonica in coppia con Pier Luigi Pardo sulle onde di Radio24 con il programma “Mangia Come Parli”.

La sua attività di designer, nata dall’osservazione quotidiana dell’ospite, rispecchia quella di cuoco: tavoli, sedie, piatti, posate e bicchieri sono ispirati al POP: semplici, funzionali, eleganti.

Davide Oldani partner Milano Food Week

Andrea Berton

Chef

Andrea Berton nasce in Friuli nel 1970. Inizia la sua avventura in cucina a Milano nella brigata di Gualtiero Marchesi in Via Bonvesin della Riva.

La sua formazione prosegue nei migliori ristoranti del mondo: prima da Mossiman’s a Londra, poi all’Enoteca Pinchiorri e Firenze, e infine al Louis XV di Montecarlo sotto la guida di Alain Ducasse.

Dal 1997 al 2001 è Chef alla Taverna di Colloredo di Monte Albano, guadagnando la sua prima stella Michelin. Dopo questa importante conquista torna da Marchesi come Executive Chef del gruppo.  Nel 2005 inizia la collaborazione con il Ristorante Trussardi alla Scala dove ottiene numerosi riconoscimenti quali la prima stella Michelin nel 2008 e la seconda nel 2009, le tre Forchette dal Gambero Rosso nel 2010 e tre Cappelli nella guida dell’Espresso nel 2011.

Il ritorno alla “sua” cucina avviene con l’apertura del Ristorante Berton dove lo Chef presenta “piatti moderni” con una valorizzazione degli ingredienti di base, e la rivelazione di alcuni ingredienti poco conosciuti. Inaugurato nel dicembre 2013, il Ristorante che porta il nome dello Chef si caratterizza per una cucina dove i sapori sono sempre riconoscibili al palato.

Lo Chef presenta “piatti moderni”, come ama definirli, con una valorizzazione degli ingredienti di base, e la rivelazione di alcuni ingredienti poco conosciuti. Grande importanza all’interno del menu ha il brodo che, nobilitato a piatto vero e proprio, rappresenta la massima sintesi dell’ingrediente principale di ogni piatto.

Andrea Berton partner Milano Food Week

Daniel Canzian

Chef

Daniel Canzian nasce l’8 febbraio 1980 a Conegliano Veneto. La sua passione per la cucina inizia in una cittadina vicino a Venezia dove la sua famiglia ha un ristorante.

La sua esperienza prosegue al ristorante Dolada (2 stelle Michelin) e ristorante Tivoli (1 stella Michelin), ma la sua vita professionale cambia totalmente nel 2005 grazie all’incontro con Gualtiero Marchesi.

Daniel comincia a lavorare per il Maestro Marchesi e diventa Executive Chef del ristorante Il Marchesino al Teatro alla Scala nel 2008, nel 2010 riceve il premio “Pellegrino Artusi” come miglior giovane Chef dell’anno fino a diventare nel 2011 l’Executive Chef del gruppo Gualtiero Marchesi.

Nel 2011 Daniel decide di studiare attentamente la cucina francese e ha l’opportunità di conoscere e lavorare con il Maestro Michel Troisgros e suo figlio Cesar.

Nel 2013 apre il suo ristorante a Milano in via San Marco Angolo Castelfidardo, chiama-to DANIEL, cucina italiana contemporanea, nel quale porta avanti la sua filosofia di cucina incentrata sul concetto di “togliere” il superfluo dai piatti per esaltare il gusto e la qualità delle materie prime.

Daniel Canzian partner Milano Food Week